Otranto

Sentenza pontili, l'opposizione: "Troppi errori ma ora serve una soluzione"

domenica 12 maggio 2019

Il gruppo di opposizione “Otranto è di tutti” commenta la decisione del Consiglio di Stato sull’infrastruttura nel porto interno della città dei Martiri.

Errori amministrativi evidenti ma non è il tempo delle recriminazioni perché serve una soluzione: si riassume così il commento che il gruppo di opposizione di Palazzo Melorio, “Otranto è di tutti”, affida ad una nota pubblicata dal capogruppo, l’avvocato Luca Bruni, alla luce della decisione assunta dal Consiglio di Stato sull’annosa vicenda dei pontili galleggianti.

In buona sostanza, i giudici hanno ribaltato quanto stabilito dal Tar, ritenendo che non fossero rispettati i requisiti sui quali si poggia la richiesta di adeguamento del progetto comunale di rimodulazione dell’esistente. Pertanto, nella prossima stagione invernale l’infrastruttura dovrà essere rimossa.

“Una brutta notizia – scrive Bruni a nome del suo gruppo - per Otranto e per gli otrantini: la decisione del Consiglio di Stato che, proprio ieri, ha sancito l’illegittimità anche della procedura avviata dal Comune per ‘salvare’ i pontili - dopo l’altra bocciatura dello scorso anno - sta destando preoccupazione in tutti i cittadini. Sulla singolarità della prescrizione dello smontaggio stagionale abbiamo già detto, così come abbiamo già detto degli errori amministrativi che hanno fatto gioco a tale criticabilissima richiesta. Ora però è nuovamente a rischio un’opera importante e strategica e non è tempo per le recriminazioni”.

“Certo – prosegue l’opposizione -, l’intera vicenda – ed è questo il vero punto di dissenso con l’attuale maggioranza - poteva essere gestita diversamente non essendo in discussione l’utilità dell’approdo e la necessità del suo mantenimento. E sarebbe facile ora, da parte nostra, stigmatizzare il pressappochismo e il sistematico ricorso al sotterfugio di chi ha causato tutto questo. Sarebbe ancora più facile sorridere della baldanza con cui qualcuno, appena tre mesi fa, menava vanto della ‘legittimità, validità ed efficacia’ delle sue scelte”.

L’opposizione ritiene però che, al di là “delle schermaglie di basso cabotaggio”, sia più importante far sentire la vicinanza a chi potrebbe subire le conseguenze peggiori e “auspicare, senza se e senza ma, una decisione positiva da parte della Presidenza del Consiglio”: “Al punto in cui siamo – precisano dalla minoranza -, solo una decisione del Governo potrebbe risolvere il problema. Una soluzione dall’alto, quindi, che ci deve unire in un estremo sforzo comune. La procedura amministrativa, e i grossolani errori che l’hanno caratterizzata, restano invece consegnati alla storia”.

Altri articoli di "Otranto"
Otranto
17/08/2019
L’arcivescovo di Otranto, monsignor Donato Negro, ha ...
Otranto
17/08/2019
Non si placa l’emergenza incendi nel Salento. Solo ...
Otranto
17/08/2019
L’episodio questa mattina, a Otranto, su via ...
Otranto
16/08/2019
L’incidente questa mattina sulla strada provinciale ...
La Commissione europea ha pubblicato il 6 giugno 2019 il rapporto “European Bathing Water Quality in 2018”, ...